L’abominio della desolazione è prossimo?

Cinzia Palmacci

Se qualcuno patrocina gli eretici, è un eretico egli stesso.

Papa Innocenzo III

Se qualcuno non condanna gli eretici, sia anatema per lui

Papa Vigilio

Il prossimo 13 Marzo verrà celebrato un rito anglicano nella Basilica di San Pietro, che sarà quindi profanata con una cerimonia di una setta eretica e scismatica. La notizia apparsa sul sito www.anglicancentre.churchinsight.com è ufficiale. Si noti che a questa cerimonia parteciperanno in sacris anche dei ministri cattolici. Non solo: è allo studio una riforma della Messa, ad opera di una commissione segreta composta da ecclesiastici designati da Bergoglio e da pastori anglicani e luterani. Tale commissione dovrà eliminare dalla liturgia cattolica quegli elementi ancora sopravvissuti nel Novus Ordo, invero ormai pochi, rispetto alla Messa tridentina, in vista del raggiungimento di una comunione in sacris con gli eretici. Ovviamente, per far ciò, sarà la dottrina sul Santo Sacrificio ad esser oscurata ulteriormente, così come l’esplicita menzione delle finalità della Messa, il dogma della transustanziazione ed il Sacerdozio ministeriale. Inutile dire che questo progetto sacrilego, che reca un’offesa inaudita alla divina Maestà ed un incalcolabile danno alla salvezza delle anime, laddove venisse realizzato compirebbe la profezia di Daniele relativa all’abominazione della desolazione nel luogo santo (Dan 12, 11; Mt 24, 15; Mc 13, 14). Secondo fonti confidenziali e accreditate da Santa Marta, il cambiamento della Messa, voluto da Bergoglio, ha un unico obiettivo: quello ECUMENICO. Cioè “creare” una Messa che non sia in contrapposizione con i protestanti e quindi una liturgia che si possa celebrare “in comunione”. Ovviamente Bergoglio per poter fare questo dovrà cambiare anche il testo della “Consacrazione” che renderebbe la Messa invalida. Quindi pare voglia anche accelerare i tempi. Tutti i sacerdoti che si rifiuteranno di celebrare questo nuovo rito saranno costretti a nascondersi come ai tempi delle catacombe.

Un messaggio di Gesù predice la riforma e ammonisce dall’accettarla passivamente

Gesù: Subirete l’Ira Divina se non griderete: Basta! alle nuove norme liturgiche in atto.

Rivolgendosi alla veggente Gesù dice: “Mia cara figlia, vedo dovunque perdizione e sordità alla Parola. Cosa ancora dovranno subire gli innocenti per causa di coloro che abbandonano il senso del pudore, si avvalgono della propria forza umana per imporsi ai deboli con giuste accuse e propagano menzogne a dismisura? Vergogna, grida il Mio Cuore! Vergogna a chi nasconde verità invece di salvaguardare vite umane! Notizie falsate. Bugie colossali. Omertà, omertà e ancora omertà. Omertà anche in quei figli che si proclamano fedeli e devoti al loro Dio nascondendosi per non difendere la Verità. Oltraggiosi, omertosi. Come agnelli al macello subirete le conseguenze dell’Ira Divina se non vi alzerete a gridare: “Basta! “alle nuove norme liturgiche in atto. Avete il compito di alzare il grido e sollevare la polvere per difendere i vostri diritti di Cristiani e di esseri umani. Voi siete di Dio! Voi siete figli della Verità! Guardatevi bene dal partecipare ai piani di distruzione della Mia Chiesa o ne sarete ritenuti complici diretti. Molto presto l’ignomìa entrerà e contaminerà i Miei focolari. Proteggete il Sacramento e il Santo Sacrificio non accettando quello che verrà imposto. Nei cuori, astenetevi dal partecipare. Nella quotidianità del Santo Sacrificio, iniziate a vigilare e comprendere il cambiamento che verrà introdotto. Egli agirà con la superbia di chi si ritiene in diritto quando non gli è stato concesso. Io non Ho dato alcun consenso a tutto ciò! Mai avrei modificato ciò che è stato stabilito. La Legge, la Parola, la Liturgia istituita debbono essere un punto fermo per ogni Cristiano. Mio Padre Ha inviato Me, Gesù Cristo, come Sacerdote per istituire il Sacramento. Nel momento Solenne della prima Condivisione del Mio Corpo eravamo presenti soli uomini. Ed agli uomini ho tramandato di esercitare e ripristinare il Santo Sacrificio quotidiano. Solo uomini consacrati possono, tramite il Rito della Transustansiazione, trasformare l’ostia in Corpo e Sangue del Signore. La donna assisterà al Sacro Rito velata e in assoluta riverenza. Gli uomini toglieranno il cappello dal capo, e si prostreranno anch’essi di fronte alla Divinità del Corpo del Cristo. Sacerdoti, esigo non si voltino più le spalle al Tabernacolo e vi sia sempre un lume acceso come segno della Luce che ho portato incarnandoMi e facendomi Vittima per la Salvezza. Miei amati figli, vorrei comprendiate l’importanza delle Mie Parole. Presto, il Trono vedrà l’uomo iniquo sedersi su di esso e la Santa Sede ne subirà amare conseguenze. Subirà un crollo non solamente spirituale, ma fisico. Le offese e gli abomini accelerano il castigo sulla capitale. La forza del sisma nel territorio circostante creerà un forte sconforto. Il colosso crollerà insieme al suo orgoglio. Pentitevi, difendeteMi. Siate coraggiosi perché Dio Padre userà misericordia con chi non ha voltato le spalle. Andate e proclamate la Verità, senza vergona. Il vostro Salvatore e Sommo Sacerdote, Cristo Gesù”. (Fonte: Giglio del Santo Volto)

L’ex prete esorcista gesuita, Malachi Martin scomparso nel 1999,rivelò sul Terzo segreto di Fatima nel quale viene predetto che la Grande Apostasia inizierà dal suo vertice: Quello che viene predetto è che i partigiani del diavolo (come scrive suor Lucia) occuperanno la Curia Romana sotto un antipapa massone. Un impostore usurperà il soglio pontificio sotto il controllo del demonio. Satana effettivamente riuscirà ad introdursi fino alla sommità della Chiesa. La conferma viene anche dalle apparizioni della Madonna di La Salette del 1846 in cui dice chiaramente che la Chiesa verrà eclissata subendo una terribile crisi:Roma perderà la fede e diventerà la sede dell’Anticristo. Il vescovo statunitense Fulton Sheen è noto soprattutto come teologo grave e profondo. L’Arcivescovo Fulton Sheen disse nel 1950: Stiamo vivendo nei giorni dell’apocalisse gli ultimi giorni della nostra epoca. Le due grandi forze il Corpo mistico di Cristo e del Corpo Mistico dell’anticristo stanno cominciando a elaborare le linee di battaglia per la fine. Disse anche: Il Falso Profeta avrà una religione senza croce. Una religione senza un mondo a venire. Una religione per distruggere le religioni. Ci sarà una chiesa contraffatta. La Chiesa di Cristo [la Chiesa cattolica] sarà una. E il falso profeta ne creerà un’altra. La falsa chiesa sarà mondana, ecumenica e globale. Sarà una federazione di chiese. E le religioni formeranno un certo tipo di associazione globale. Un parlamento mondiale delle chiese. Sarà svuotato di ogni contenuto divino e sarà il corpo mistico dell’Anticristo. Il corpo mistico sulla terra oggi avrà il suo Giuda Iscariota, e sarà il falso profeta. Satana lo assumerà tra i nostri vescovi. L’Anticristo non si chiamerà così; altrimenti non avrebbe seguaci. Egli non indosserà calze rosse, né vomiterà zolfo, né porterà un tridente né una coda come Mefistofele nel Faust. Questo per aiutare il Diavolo a convincere gli uomini che egli non esiste. Quando l’uomo lo nega, più diventa potente. Dio ha definito Sé stesso come “Io sono colui che sono”, e il Diavolo come “Io sono colui che non sono.” La convinzione russa pre-comunista, è che egli verrà travestito come il Grande umanitario; parlerà di pace, prosperità e abbondanza non come mezzo per condurci a Dio, ma come fini in sé… La terza tentazione in cui Satana chiese a Cristo di adorarlo e tutti i regni del mondo sarebbero stati suoi, diventerà la tentazione di avere una nuova religione, senza una croce, una liturgia, senza un mondo a venire, una religione per distruggere una religione, o una politica che è una religione – quella che rende a Cesare anche le cose che sono di Dio. Egli ha istituito una controchiesa che sarà la scimmia della Chiesa, perché lui, il Diavolo, è la scimmia di Dio. Avrà tutte le note e le caratteristiche della Chiesa, ma in senso inverso e svuotata del suo contenuto divino. Sarà un corpo mistico dell’Anticristo che in tutte le cose esteriori somiglierà al corpo mistico di Cristo… Ma il XX secolo si unirà alla controchiesa perché sostiene di essere infallibile quando il suo capo visibile parla ex cathedra da Mosca sul tema dell’economia e della politica, e come capo pastore del comunismo mondiale (Arcivescovo Fulton J. Sheen, Communism and the Conscience of the West pp. 24-25).

Rivelazioni sul destino di Santa Romana Chiesa da un esorcismo

Questa la trascrizione di un esorcismo avvenuto in data 11 febbraio 2013, data delle dimissioni di Benedetto XVI, dove il diavolo mostra il suo diabolico piano dopo le dimissioni del papa.

Esorcista: Nel nome dell’Immacolata Vergine Maria, ti ordino di dire la verità su quanto sta accadendo alla Chiesa di Cristo.

Lucifero: Noooooo, quella là nooooo! Il solo sentir pronunciare il Suo Nome è per me e per noi demòni un tormento infinito. Non voglio parlareeeeeeeeee, ma l’Alta Dama mi obbliga a risponderti, prete schifoso! La Chiesa Cattolica è sotto attacco! Le potenze delle tenebre sono scatenate contro la Sposa di quello che abbiamo appeso alla Croce. È l’ultimo assalto che stiamo portando alla sua Chiesa. Le dimissioni del Pontefice, prese in piena libertà e coscienza, aprono la strada al nostro ultimo attacco frontale. Quello lassù sta per ritornare sulla terra, non so né il dove né il quando, ma sento che quel giorno è molto, molto, molto vicino. Lemie stesse forze vanno sempre più affievolendosi, pertanto devo concentrarmi e ricuperare tutte le energie per convogliare i miei miliardi di demòni contro la Sede Apostolica. Non basta la corruzione, non basta l’avidità di denaro, non basta suscitare gli scandali, bisogna condurre una battaglia che abbia come esito finale la distruzione della cosiddetta Chiesa di Roma.

Esorcista: Nel nome di Cristo, dimmi cosa vuoi fare contro la dolce Sposa di Dio.

Lucifero: Sono duemila anni che noi angeli decaduti, con l’aiuto di uomini di Chiesa e di politicanti da strapazzo, cerchiamo di colpire mortalmente quella tremenda invenzione del Nazareno. Purtroppo non ci siamo ancora riusciti, perché essa appartiene all’Onnipotente. Tutti i nostri sforzi risultano vani, perché le porte dell’Inferno, come quel Crocifisso disse, non prevarranno. Ma noi non ci arrendiamo. Continueremo a colpirla, a ferirla, a farla sanguinare, anche grazie a chi, dall’interno di essa, si è consegnato nelle nostre mani. Dobbiamo arrivare ad occupare il trono del Vicario di quello inchiodato alla Croce. Con le buone o con le cattive. Costi quel che costi. Stiamo lavorando a spopolare i seminari, a far chiudere i conventi, ma non riusciamo a far smettere quelle donne e quegli uomini, rinchiusi dietro una grata, di pregare. Ancora ci sono giovani che si dedicano alla preghiera nel silenzio di quei monasteri. Maledetti! Quanto ci fanno male quelle vite donate all’Altissimo.

Esorcista: In nome di Dio Onnipotente, ti ordino di dirmi cosa stai cercando di fare e di organizzare.

Lucifero: Nooooooo! Non te lo dicooooooo!

Esorcista: Ti ordino per il Sangue Preziosissimo di Cristo di dirmi quanto ti ho chiesto.
Lucifero: Quello lassù è stanco dei vostri peccati, è disgustato dell’azione degli uomini, è deluso dall’agire delle donne. Siete affogati nel peccato. La maggior parte dell’umanità è mia, morta spiritualmente, e non riesce a risollevarsi. Ormai molti Cardinali, Vescovi, Sacerdoti sono in totale dissenso rispetto alla Tradizione della vostra Chiesa, sono in disaccordo sul conservatorismo papista. E dietro il progressismo, dietro certe aperture post-conciliari ci siamo noiiiiiiiii! Perché vogliamo la confusione, la dissociazione, la divisione dentro e fuori la Sede petrina, come la chiamate voi. Continuate pure a credere che tutto sia una favola pretigna, così il numero di quelli che precipitano qui all’Inferno aumenterà sempre più. Ormai non si contano più.

Esorcista: Nel nome dei Santi Martiri, di san Pio, di santa Bernadette, di’ la verità sul futuro della Chiesa di Roma.

Lucifero: Non conosco il domani. Questo lo conosce solo Lui. Non so cosa accadrà tra un istante, perché lo sa solo Lui. Non prevedo eventi, ma solo il presente. Sono un perdente, uno che si è ribellato e ha perso tutto. Ho perso il Paradiso. Per sempre. Ma ho un obiettivo: trascinare quante più anime possibile nel mio regno di tormento. Voglio vendicarmi della mia cacciata dal Paradiso con lo strappargli anime. È questa la mia eterna vendetta. Io non sono eterno, sono creatura proprio come voi, ma molto più forte di voi, molto più potente, più abile, più astuto. Sfrutto la mia astuzia per rovinarvi. Posso dirti, brutto pretaccio, che provocheremo un attacco terribile contro la Chiesa romana, faremo tremare le sue mura, ma non scalfiremo la sua stabilità. Abbiamo fatto nascere la crisi economica per impoverire la popolazione mondiale, scoraggiare chi prega e infondere il veleno dell’allontanamento da Lui. Non lasciamo nulla di intentato pur di separare la creatura dal suo Creatore. Tutto ciò che può rovinarvi eternamente lo attuiamo. Ma ora ci stiamo concentrando sulla Chiesa e, sino a quando il nostro lavoro distruttore non sarà compiuto, non le daremo pace. Ho chiesto degli anni a Quello lassù. Ora è il nostro tempo, quindi siamo scatenati, ben sapendo che il periodo concesso sta per terminare. Sento il tuono dell’Onnipotente che mi ricorda il mio nulla e l’obbedienza che, anche contro la mia volontà, gli devo. Quel papa della Rerum Novarum vide, mentre celebrava la Messa, i demòni fuoriuscire dalle viscere della terra e diffondersi dappertutto. Così scrisse quell’odiosa preghiera al Principe delle Milizie celesti, che noi, però, abbiamo fatto abolire al termine della celebrazione. Oggi la terra è completamente invasa dai miei angeli decaduti e, se riusciste a vedere con gli occhi dello spirito, vi accorgereste che è tutto buio. Totalmente buio. Se vedeste i mostri infernali aggirarsi per il mondo, morireste di paura per la forma orribile che hanno. Eppure non ci credete.

Esorcista: Nel nome della Santissima Trinità, dimmi cosa hai in mente di fare contro l’umanità.

Lucifero: Distruggerla con tutte le mie forze. Ridurla in schiavitù. In una parola: dannarla. Devo provocare guerre, devastazioni, catastrofi, portandovi all’esasperazione e alla bestemmia. La crisi devo aggravarla, ridurre in miseria sempre più persone, conducendole alla disperazione di non potersi liberare. Poi devo trasformare radicalmente la vostra cosiddetta società civile in una grossa rolla per porci. Vi ci faccio sguazzare dentro, per poi perdervi all’Inferno. I miei servi sono già all’opera, molti devono fare il lavoro sporco che io ho comandato loro di fare, sino alla fine. La terra deve essere un enorme cimitero, dove i pochi sopravvissuti saranno costretti ad adorarmi e servirmi come un dio. È questo il mio fine: essere dio al posto di Lui. Molti mi celebrano il culto, altri mi invocano, altri ancora mi adorano. Ma non sanno che sono già dannati. Per una manciata di euro e qualche piacere si concedono a me, finendo per consegnarsi ai miei artigli. Vedrete cosa farò alla vostra Chiesa, che scisma provocherò, peggiore di quelli passati. Vedremo quanti sono dalla Sua parte e quanti dalla mia. Il tempo sta per finire e io sono tutto preso dall’aumentare il numero di coloro che passano dalla nostra parte. Tutti devono riconoscermi come unico signore, anche se sono un nulla.

Esorcista: Nel nome di santa Gemma Galgani, di santa Teresa di Gesù Bambino, di santa Maria Goretti, cosa dobbiamo fare per vincerti e salvarci l’anima?

Lucifero: Noooooo! Non voglio parlareeeeeee!
Quello lassù mi costringe a risponderti. La preghiera del Rosario, quella corona maledetta che tante anime ci strappa, è potentissima contro di noi, è un martello che ci schiaccia. Ritornate in Chiesa, confessatevi settimanalmente e comunicatevi spesso. Controllatevi, sopportatevi reciprocamente i difetti. Amatevi e fate risplendere in voi la luce della Fede. La pace l’otterrete solo con la corona tra le mani, solo con la comunione frequente. Andate a Messa, con devozione e rispetto, a costo di qualunque avversità. Essa e solo essa può salvarvi dalla dannazione eterna. È uno scudo potente contro l’Inferno, contro le tentazioni, contro le seduzioni del Male. Pregate per papa Benedetto: ha sofferto molto per i peccati compiuti nella Chiesa; il peso degli stessi lo ha indebolito nel fisico e nell’anima, ma non l’ho vinto. Pregate per i Cardinali, molti dei quali sono miei, pregate per i Vescovi, che ormai vanno per conto loro. Pregate per i Sacerdoti: hanno bisogno del sostegno delle vostre preghiere. Pregate per i nemici, gli amici, gli sconosciuti, i lontani, e Lui si ricorderà di voi. Quella lassù è triste perché vede ogni giorno molti suoi figli precipitare all’Inferno, nonostante le sue continue apparizioni, a cui non crede quasi nessuno. Le sue lacrime, versate per lo stato pietoso in cui molte anime vivono, stanno per terminare e lasceranno spazio ai castighi del Cielo. (Da: www.madonnadianguera/profezie)

Anche se questo scritto come materia non dogmatica non vincola le coscienze ad aderirvi, c’è da riconoscere che quanto contenuto nel documento è impressionante dal punto di vista profetico perché rivela quello che da lì a quattro anni sarebbe successo nella Chiesa, e che stiamo vedendo avverarsi sotto i nostri occhi. Quando il diavolo dice: Andate a Messa, con devozione e rispetto, a costo di qualunque avversità. Essa e solo essa può salvarvi dalla dannazione eterna. È uno scudo potente contro l’Inferno, contro le tentazioni, contro le seduzioni del Male, dobbiamo riconoscere sgomenti che sta riuscendo nell’annientamento di questo potente strumento di salvezza per le anime. L’eretica profanazione della Messa non sarà più quella voluta e istituita da Gesù Cristo, che il demonio definisce tremenda invenzione del Nazareno proprioper la sua potenza salvifica e santificante.Preghiamo perché i Sacri Pastori levino la voce a condanna di tali profanazioni. E noi preghiamo e facciamo penitenza, affinché l’ira di Dio ci risparmi.

Cinzia Palmacci

Cinzia Palmacci vive tra Terracina città natale e Roma, laureata in Beni Culturali (Archivi e Biblioteche). Ha conseguito il diploma “Magna cum laude” al Corso di Iniziazione alle Antichità Cristiane presso il PIAC di Roma (Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana) e da almeno un paio di decenni scrive soprattutto saggistica su varie tematiche che spaziano dalla religione alla spiritualità al soprannaturale, e dall’attualità alle tematiche sociali e ambientali. Nel 2013 ha pubblicato il saggio dal titolo “Il carisma della profezia da Enoch a Medjugorie” con Secreta Edizioni, in fase di ripubblicazione per Enigma Edizioni e nel 2016 “Rivelazioni sugli ultimi tempi” per Guido Santi Editore. Ha scritto e scrive come articolista per alcuni siti: miti e misteri, tanogabo, iconicon, consulpress, radio spada, notizie geopolitiche, il faro sul mondo, Libera Opinione e il Corriere delle Regioni.

In redazione il 12 Febbraio 2017

http://www.ilcorrieredelleregioni.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...