Antonio Socci, la profezia nascosta di Fatima: arriva la terza guerra mondiale

A cento anni dalla prima apparizione di Fatima, tutti i media tornano a occuparsi di quella profezia sul XX secolo e dei misteri connessi.

Però qual è il punto oggi? Ho studiato per anni quella vicenda, soprattutto il giallo del «terzo segreto», la sua pubblicazione del 2000 e le polemiche sulla sua completezza.

Credo che la svolta più clamorosa sia accaduta pochi mesi fa nella disattenzione generale e sia tuttora ignorata. Ne ho scritto il 17 agosto 2014, sulle colonne di Libero, dando notizia di un libro uscito in Portogallo proprio a cura delle suore carmelitane del monastero di Coimbra dov’è vissuta e morta, nel 2005, suor Lucia dos Santos, l’ultima veggente.

Una pubblicazione ufficiale intitolata «Un caminho sob o olhar de Maria», una biografia della religiosa che attingeva ai suoi scritti inediti fino ad allora segretati.

Il volume era passato pressoché inosservato. Ma io ricevetti una segnalazione (autorevole) secondo cui in quelle pagine era celata un’autentica bomba.

Verificai che era vero. Quella clamorosa rivelazione di fatto veniva a risolvere l’annosa polemica attorno al Terzo segreto di Fatima: il nuovo documento pubblicato dalle suore fa capire infatti che c’è qualcosa che manca alla pubblicazione del 2000 e anche cosa c’è scritto.

Ma com’è possibile che le suore di Coimbra abbiano deciso di fare una tale rivelazione che, tratta dalle pagine autografe di suor Lucia, è incontestabile e va a minare la versione vaticana? Una decisione di tale portata non si può attribuire a loro.

Poteva essere stata suor Lucia ad aver chiesto di pubblicare quel documento dopo la sua morte, considerata la sua importanza anche come avvertimento all’umanità. Ma non bastava il mandato di Lucia che, peraltro, se avesse avuto questa facoltà, avrebbe fatto uscire prima questo testo.

IL PIANO DI RATZINGER

Evidentemente una tale pubblicazione ha avuto un «placet» molto più in alto e sappiamo che su Fatima il «placet» può arrivare solo dal Vaticano.

Essendo uscito tale libro nel 2013 (quindi essendo stato deliberato e realizzato negli ultimi anni del pontificato di Benedetto XVI), oltretutto essendo stato pubblicato con tutti i sigilli dell’ufficialità ecclesiastica, è ragionevole ipotizzare che il «placet» sia arrivato direttamente dalle stanze di papa Ratzinger. Colui che da cardinale dovette fare il commento teologico alla rivelazione del 2000 sul «vescovo vestito di bianco».

Considerati i tempi si può anche individuare una data che segna una svolta nel pensiero di Benedetto XVI su Fatima: il 13 maggio 2010.

In quel periodo la Chiesa era davvero sotto pesante attacco e per l’anniversario della prima apparizione il Pontefice decise – molto in fretta e a sorpresa – di andare pellegrino al santuario portoghese.

Lì, durante il viaggio e durante la permanenza, pronunciò parole sorprendenti che di fatto contraddicevano quanto si era andato dicendo fino ad allora in Vaticano.

Benedetto dichiarò: «Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa». Poi, riferendosi alla «visione» pubblicata nel 2000, spiegò che – insieme alle sofferenze del Papa, che «possiamo in prima istanza riferire a Giovanni Paolo II» – nel Messaggio di Fatima c’è molto di più, perché «sono indicate realtà del futuro della Chiesa che man mano si sviluppano e si mostrano… e quindi sono sofferenze della Chiesa che si annunciano… una passione della Chiesa».

Fra le «novità» del Messaggio «vi è anche il fatto che non solo da fuori vengono attacchi… ma le sofferenze della Chiesa vengono proprio dall’interno della Chiesa, dal peccato che esiste nella Chiesa», anzi, aggiunse, «la più grande persecuzione della Chiesa non viene dai nemici fuori, ma nasce dal peccato nella Chiesa».

Benedetto XVI concludeva che dobbiamo tornare all’essenziale: «la conversione, la preghiera, la penitenza e le tre virtù teologali».

Il Papa lanciava l’allarme perché «la fede in ampie regioni della terra, rischia di spegnersi come una fiamma che non viene più alimentata». E questo, aggiungeva il Pontefice, ha pure un riverbero terribile sul mondo perché «l’uomo ha potuto scatenare un ciclo di morte e di terrore, ma non riesce ad interromperlo».

In sintesi il Papa, quel 13 maggio 2010, fa capire: che il messaggio di Fatima non si esaurisce nel passato (per esempio nell’attentato a Giovanni Paolo II da parte di Alì Agca), quindi che è necessario ascoltare l’esortazione della Madonna alla conversione, alla penitenza e alla preghiera perché la Chiesa è sotto attacco (anche dall’interno) e la fede si sta spegnando in tante parti del mondo; infine perché l’umanità rischia di finire in un baratro.

È plausibile che il libro, completato e pubblicato tre anni dopo dal monastero di Coimbra, sia stato deciso con il placet di Benedetto XVI non solo perché su temi scottanti come gli scritti di suor Lucia si decide in alto loco, ma anche perché la «rivelazione» contenuta nel volume è in perfetta concordanza con le preoccupazioni che il Papa manifestò quel 13 maggio 2010. E costituisce un drammatico avvertimento alla Chiesa e all’umanità su cui pare gravare una tremenda spada di Damocle.

Ecco dunque il testo inedito pubblicato dalle suore. In quella pagina di diario Lucia riferisce come superò la difficoltà che aveva nello scrivere il «terzo segreto» richiesto dall’autorità ecclesiastica.

Era il 3 gennaio 1944. Alle 16 la suora va nella cappella a pregare e chiede a Gesù di manifestarle la sua volontà: «sento allora che una mano amica, affettuosa e materna mi tocca la spalla».

È «la Madre del Cielo» che le dice: «stai in pace e scrivi quello che ti comandano, non però quello che ti è stato dato di comprendere del suo significato».

Parole che già confermano l’ipotesi – provata da molti altri indizi – che il Terzo Segreto sia composto da due testi: quello che riporta la visione (reso noto nel 2000) e quello in cui suor Lucia (successivamente) trascrive l’interpretazione della visione stessa fatta dalla Madonna.

È questo secondo testo che impressionò Giovanni XXIII il quale lo segretò ritenendo che potesse essere solo un pensiero della veggente, non di origine soprannaturale. È la parte che non è mai stata resa nota e di cui, ufficialmente, si nega l’esistenza.

Probabilmente verte sulla figura del «vescovo vestito di bianco» e sul «Santo Padre, mezzo tremulo, con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena».

Quello che sappiamo con certezza – perché rivelato negli anni da alti ecclesiastici e da sacerdoti vicinissimi a suor Lucia – è che quel testo parla dell’apostasia nella Chiesa e di un grave pericolo che incombe sull’umanità.

UN GRAVE PERICOLO

Ecco perché il seguito della pagina inedita di suor Lucia, pubblicata dalle suore, diventa molto eloquente.

Infatti, dopo aver ascoltato quelle parole della Madonna che la invitava a scrivere, la veggente riferisce: «ho sentito lo spirito inondato da un mistero di luce che è Dio e in Lui ho visto e udito: la punta della lancia come fiamma che si allunga, tocca l’asse della terra ed essa trema: montagne, città, paesi e villaggi con i loro abitanti sono sepolti. Il mare, i fiumi e le nubi escono dai limiti, traboccano, inondano e trascinano con sé in un turbine, case e persone in un numero che non si può contare, è la purificazione del mondo dal peccato nel quale sta immerso. L’odio, l’ambizione, provocano la guerra distruttrice. Dopo ho sentito nel palpitare accelerato del cuore e nel mio spirito una voce leggera che diceva: “nel tempo, una sola fede, un solo battesimo, una sola Chiesa, Santa, Cattolica, Apostolica. Nell’eternità il Cielo!”».

Molto eloquente sia per capire il pericolo che incombe sull’umanità, sia per comprendere quello che sta accadendo nella Chiesa dove oggi il più alto vertice, Papa Bergoglio, è arrivato ad affermare che «non esiste un Dio cattolico».

La Madonna proclama l’opposto: «nel tempo, una sola fede, un solo battesimo, una sola Chiesa, Santa, Cattolica, Apostolica. Nell’eternità il Cielo!»

di Antonio Socci

www.antoniosocci.com

Un pensiero su “Antonio Socci, la profezia nascosta di Fatima: arriva la terza guerra mondiale

  1. The Vatican is responsible for the most serious crimes against humanity

    The Vatican should strive for the salvation of believers through repentance and for the conversion of non-believers through mission. The Vatican should fight for the orthodox teaching against the heresies of the “gates of hell” (Mt 16:18). If today the Vatican still appeals to the authority of the Apostle Peter, it is obliged to follow him in repentance!

    What is the Vatican silent on and what does it support today?

    We are witnesses to a global process of hidden and purposeful change of thought – antimetanoia. It affects de facto all areas of life.

    Juvenile justice stands behind the crimes of social services. In Norway, the number of suicides of stolen children has risen up recently to 96 per year! Children stolen from families by social services suffer mental torment, are sexually abused and tyrannized. Information about this violence is “confidential”, but one hypocritically talks about so-called family violence. What is nowadays labelled as “family violence” is a sound natural upbringing coupled with the love of parents for their own child. Contemporary church leaders and society are silent! They thus become culprits in the most cruel crimes committed against innocent children!

    Gender ideology

    Social architects of globalization are planning total destruction of the family institution in order to divide the society into a kind of breeds. According to gender ideology, it will be forbidden to distinguish who is a man and who is a woman. In addition, these mentally disturbed individuals will become slaves of demons through narcotics, alcohol, and sexual perversion. Most will end up committing suicidal euthanasia. Demoralization of mankind, coupled with satanization, leads to global genocide.

    In England, an experiment was conducted in 120 schools. On the basis of gender ideology, transsexualism was defined as a norm. The children’s minds were instilled with the idea that they are not who they are. They were taught what they must go through to change their sex. The children could not mentally cope with the vision laid before them and almost 100% considered suicide, and 50% attempted it.

    The internet too is being exploited to programme suicide in children’s minds in the form of a game. As part of the reduction of humanity, all crimes and criminal systems are supported.

    The principle now applied: What was once of benefit to mankind must now lead to its self-destruction. For example the UN – today this organization supports the most serious crimes against humanity (so-called sexual education, gender ideology, child stealing…).

    Healthcare: Destructive occultism is promoted through so-called alternative medicine (acupuncture associated with divination and the magic of so-called yin and yang…). Scientific medicine promotes abortion, harmful vaccines, microchipping of children, euthanasia, purchase of human organs from criminals…

    Education: Demoralization, occultism and irresponsibility are being promoted from nursery schools through all levels of education. Antinatural paradigms disturb the mind, reason and conscience. It is a programmed moral, intellectual and spiritual devastation.

    Culture today also devastates society.

    Mass media and the Internet are in the hands of globalists and reducers of mankind with the spirit of death.

    A virtual society is being created. Moral values are denied (see Amoris Laetitia). Crimes become unpunishable because they are not criminalized.

    Why do people not resist the genocidal system? Why do they cooperate on their suicide? This is the mystery of evil in man – original sin the essence of which is self-deception with a programme of gradual self-destruction, both temporal and eternal. The spirit of the world programmes lies which unite with the seed of lies in the soul of man and open it to the spirit of lies, the devil! Man becomes his slave. “The devil is a liar and a murderer.” (Joh 8:44) He transforms himself into an angel of light, and so do his servants (2Cor 12:4f).

    Jesus Christ said: “Metanoite – Change your mind, and believe in the Gospel!” (Mk 1:15) The NWO apostles with the spirit of antichrist, by contrast, strive for antimetanoia – they are transforming the natural way of thinking into a perverted one. They work psychologically to excite passions connected with the hotbed of evil in man. They use the mass media, the influence of the apostate Church hierarchy, the education system, culture, decadent music, narcotics, promotion of sexual perversion… They promote the slogan: “Enjoy yourself!” The Vatican is silent or cooperates. It develops a pseudo theology of love, mercy and respect for perversion.

    How can the Vatican be a conscience for the believers and the world if it supports satanic globalization? It approves perversion (e.g. the kissing of the feet of transsexuals), promotes the Islamization of Europe, and denies the existence of basic moral norms (see Amoris Laetitia). The Vatican must repent of heresies of the Second Vatican Council, which are the poisoned root of that all. It must renounce false reverence for pagan religions and thus even for their demons! It must renounce the heresy of identifying the Triune God with Allah, the highest (akbar) of 360 pagan gods of Mecca. Through Vatican II, the spirit of the world (of aggiornamento) denied the fundamental truths of faith and morals.

    Today, an antichristian system is being introduced worldwide, whose aim is genocide of humanity. The Vatican is silent, and therefore it is more guilty than those who directly introduce this system!

    The NWO architects and their predecessors, Freemasons and the Illuminati, were well aware of the role of the Vatican. They pulled strings for Roncalli, who had been convicted of Modernist heresy in 1911, to be elected Pope under the name of John XXIII. They did the same in the case of Bergoglio (Francis) who has the same spirit. Roncalli’s main task was to open the Council in 1962, and to hand over the leadership of the Council to disguised Modernists! Through Vatican II, a new programme was embodied with the spirit of the world (aggiornamento), and the Spirit of Truth was expelled. At that time, no one suspected what a self-destructive process of the Church but also of humanity had been launched!

    The Church is the Mystical Body of Christ, and today the Vatican does not represent this Body of Christ any more. If Catholics want to be saved, they cannot be in spiritual unity with the apostate Vatican.

    Only if the Vatican repents, it will stop being a curse for the deceived Catholics and then it will no longer be responsible for the prepared holocaust of mankind!

    + Elijah
    Patriarch of the Byzantine Catholic Patriarchate

    + Methodius OSBMr + Timothy OSBMr
    Secretary Bishops

    7 June 2017

    Copies to:

    Catholic and Orthodox bishops

    Representatives of EU governments and South and North American governments

    Mass media

    http://uogcc.org.ua/en/actual/article/?article=18571

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...